Ricordi come onde e pensieri come lame

Ultimamente ho poco tempo da dedicare a cose che non siano il lavoro.

Soprattutto la notte, l’alba e quei momenti in cui sono ferma ad aspettare qualcosa o qualcuno.

Ma oggi… Oggi è stata una giornata strana. Lo è ancora.

Rientrare in una casa che è stata tua, da cui sei dovuta “scappare” con i tuoi ricordi brutti, sentirla piccola.

E sentire tremare le mani quando vedi quei due occhi, di quella persona a cui stai pensando tanto in questi mesi.

Quegli occhi che parlano nonostante tutto, che dicono cosa c’è dietro questi mesi, e cosa si deve affrontare, e si dovrà affrontare.

Ma non sei solo. Lo sai. Spero che riusciremo a fartelo sentire.

Spero che tu l’abbia sentito in questo tempo passato.

Tempo tiranno, tempo che scorre senza lasciarti l’occasione di poter valutare, pensare, reagire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...