Confronto a Tre

Riguardando Amici di letto, mi è venuto in mente quanti film, nel giro di poco tempo, sono stati fatti sull’argomento “Friends with benefits”.

Si tratta davvero di qualcosa di così diffuso? Tanto da spingere a fare tre film simili, ma in realtà molto diversi tra loro?

Ovviamente hanno in comune il finale, e come potrebbe essere altrimenti? In un mondo che fa già abbastanza schifo da solo, non siamo pronti ai film romantici che finiscono meno che bene.

Ah, i titoli. Non ricordo l’ordine di uscita, comunque:

Amore e altri rimedi, con Jake Gyllenhaal e Anne Hathaway

Amici, amanti e…, con Ashton Kutcher e Natalie Portman

Amici di letto, con Justin Timberlake e Mila Kunis

Andando nell’ordine della mia visione (se qualcuno non li ha visti, chiuda la pagina, grazie.).

Jake Gyllenhaal, playboy incallito, interessato al contenuto delle gonne femminili, fa il rappresentante farmaceutico, e incontra la bella Anne Hathaway, giovane malata di Parkinson, con la quale intreccia una relazione di solo sesso (e se no che ne parliamo a fare?!).

Fino a quando la malattia esplode nelle loro vite, incuneandosi nel loro rapporto, che diventa più profondo senza quasi che loro se ne accorgano. E quando lo fanno è troppo tardi per tornare indietro, con una quieta disperazione di lei:

Avrò bisogno più io di te che tu di me!

Va bene!

No! Non va bene! Non è giusto! Volevo fare tante cose!

E con la tenera accettazione di lui.

Da piccolo mi preoccupavo sempre di cosa avrei fatto da grande. Sai, quanti soldi avrei guadagnato o se un giorno sarei diventato uno importante. Quello che desideri di più al mondo a volte non succede, a volte succede quello che non ti saresti mai aspettato, come ad esempio lasciare il mio posto a Chicago e la mia carriera, e decidere di restare qui e iscrivermi a Medicina. Non solo, incontri migliaia di persone e nessuna ti colpisce veramente e poi incontri una persona e la tua vita cambia, per sempre.

Forse dei tre è quello più profondo, quello più triste in fondo. C’è un lieto fine, ma la loro vita non è semplice, e non lo sarà mai. Un po’ come la vita di quelli che scoprono l’amore, ma capiscono che non è la cura per tutti i mali.

E passiamo al secondo, quello che è più divertente da guardare, ma forse anche il più superficiale.

Bella gara scoprire chi tra Ashton Kutcher, assistente alla regia di uno show televisivo, in balia di un padre onnipresente nel modo sbagliato, e Natalie Portman, tirocinante medico, eterna indecisa dei sentimenti, sia il più strano.

Si parte anche qui dal sesso, senza implicazioni emotive, con delle regole ben precise. Come se darsi delle regole possa impedire al cuore di battere e desiderare qualcosa di più.

Tant’è che nonostante tutto si finisce insieme, senza se e senza ma, senza i problemi della vita vera. Perché l’importante era capire dov’era l’amore, qual era il pezzo mancante per arrivare al noi.

E arriviamo ad Amici di letto. Apparentemente quello con più “roba” e meno contenuti.

È solo una cosa fisica, è come giocare a tennis. E se giocassimo a tennis?

Apparentemente.

Mila Kunis, giovane “cacciatrice di teste” a New York, è forse la persona meno adatta a intrecciare una relazione di solo sesso, è romantica e vorrebbe che la sua vita somigliasse a un film (lo vogliamo tutte, Mila, lo vogliamo tutte). E Justin Timberlake non capisce fino a che punto è preso da queste ragazza, ed è emotivamente poco stabile.

A conti fatti, è una situazione comune? Trovare friends with benefits sta diventando più importante che trovare il vero amore? O almeno un amore, che ci permetta di essere noi stessi, senza preoccuparsi “dei miei capelli o di andare in bagno”.

Annunci

2 pensieri su “Confronto a Tre

  1. Li ho visti anch’io tutti è tre..sky è una rovina!
    Avevo notato la ridondanza della tematica, ma resto fermamente convinta della mia opinione: datemi un principe di qualsiasi colore e mi fate contenta! ;)

  2. Il nodo centrale secondo me è che è cambiato il concetto di principe (azzurro o meno che sia). Chi lo vuole più il biondo sul cavallo bianco?
    Io per esempio vorrei un Cavaliere Oscuro più che un Principe. :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...