Riflessioni semi-serie di una lettrice accanita

Ho sempre letto tanto nella mia vita… Un ciclo di letture quasi ininterrotto da quando avevo 5 anni e mezzo.

Ho iniziato con il libro Cuore, sono stata legata per anni a Louisa May Alcott. Ho sfiorato Charles Dickens e Salgari.

Mi sono innamorata con Anna Karenina. E disinnamorata con Kitty.

Jean Valjean mi ha emozionato e colpito. Cosette mi ha intenerito.

Ho amato il Cesare descritto da Spinosa, e il Cesare descritto da Cesare.

Sono stata all’Inferno con Dante, e a Gerusalemme con sant’Agostino.

Ho evitato il fantasy, fino all’arrivo di Harry Potter.

1999. La Pietra Filosofale mi converte.

E la Austen mi riporta all’Ottocento. Baricco mi riporta alla realtà.

Erri de Luca mi fa toccare la realtà con mano diversa.

E la Rowling è sempre presente.

Poi riscopro Tolkien. E me ne innamoro.

E ora è il turno di Martin.

Con chi ha scritto nel passato, con chi non c’è più, il rapporto da lettore è più difficile, è sempre qualcosa di irraggiungibile, qualcosa da dover contestualizzare. Se l’autore vive, scrive, forse è ancora peggio. Perché vorresti fosse più veloce, e vorresti scrivesse quello che vuoi tu.

Potrei essere felice vivendo tutta la mia vita tra i libri. 

Ho abbastanza libri da leggere per due vite intere. 

Ma Martin mi sta rovinando!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...