…e il senso della decadenza. Intellettuale.

Fresca fresca di avvenimento, una cosa che mi smonta quel poco spirito natalizio che era spuntato.

Accendere la radio forse è pericoloso quanto accedere la tv ultimamente, è vero, si tratta di una radio locale, ma se tanto mi dà tanto…

E si parla ancora del Grande Fratello, e di quanto sia carina una certa Alessandra, che credo sia salentina. E di quanto sia stata coraggiosa a entrare in piscina senza aver paura di disfare il trucco.

Coraggiosa a entrare in piscina. Senza aver paura di disfare il trucco.

Coraggiosa. Paura di disfare il trucco.

Ditemi voi se è una cosa normale, perché per me non lo è. Perché considero quella trasmissione la tomba di ogni morale, e di ogni intelligenza simil-umana, e parlare di coraggio di una sciacquetta (che non so neanche che aspetto abbia) che si è buttata in piscina nonostante il trucco, è dare uno schiaffo a chi quel coraggio ce l’ha davvero.

Il coraggio di affrontare una malattia. Il coraggio di affrontare a testa alta la vita, la morte, e le difficoltà di ogni giorno, quelle difficoltà che oggi possono anche essere portare il pane a casa, che non è più una cosa per tutti.

Annunci

3 pensieri su “…e il senso della decadenza. Intellettuale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...